CONCORSI

CENTRO IPPICO "COLLINA ROSA"

Via Camera 9 - 63023  FERMO (Ascoli Piceno) Italy
 

Tel/Fax: 0734-224577 - Chiusura settimanale: Lunedì

 

   
   
   
   

Home
Corsi
Concorsi
Pensione
Annunci
Link
Album foto

 

 

 

 

Concorso Ippico

 
 

 

CALENDARIO CONCORSI

Su server esterno

 
 

Avenale di Cingoli (MC) - 1979

 
 

Clicca per ingrandire

 
 

Clicca per ingrandire

 
 

 

 

 

Salto a ostacoli
 
Il salto a ostacoli è una disciplina dell'equitazione che vede impegnato il binomio uomo-cavallo, nell'interpretazione e risoluzione di un percorso ad ostacoli. Nell'accezione comune, si parla di Concorso Ippico.
 
I concorsi si differenziano tra loro per la progressiva difficoltà (altezza e complessità del percorso), per la tipologia (a tempo, di precisione, ecc...) in numerose combinazioni che sono raccolte all'interno del Prontuario FISE (Federazione Italiana Sport Equestri) che ne regola lo svolgimento. Gli ostacoli possono variare in altezza e complessità di presentazione. Pertanto ciò richiede una buona preparazione sia del cavallo che del suo cavaliere.
 
 
Tipologie di brevetto
 
Per quanto riguarda i regolamenti internazionali, ai cavalieri è richiesta una competenza che le federazioni certificano con la consegna di patenti in grado di attestare il grado di preparazione dell'atleta.
 
Chiunque voglia può cimentarsi a livello amatoriale in questo sport, semplicemente iscrivendosi alla federazione competente che rilascia subito un'autorizzazione a montare di livello A. Autorizzazione che consente ai maggiorenni (i minorenni hanno necessariamente bisogno della patente successiva) di poter già partecipare ai primi concorsi in categorie non agonistiche di limitata difficoltà e potersi dunque misurare con un mondo interessante ed appassionante in cui l'unica legge è l'accordo tra uomo e animale e l'armonia che da esso nasce. Per potersi affacciare invece alle prime gare considerate di livello agonistico, il "neocavaliere", trascorsi 6 mesi dalla sua prima iscrizione, può sottoporsi ad un esame che lo porterà al conseguimento di un'autorizzazione a montare di livello B (comunemente detto Brevetto olimpico). L'esame cui il neofita sarà sottoposto include l'esecuzione di un rettangolo di dressage, prova in cui si valuta la precisione e la capacità di eseguire semplici movimenti di maneggio in armonia e rispettando i concetti imparati nei mesi di preparazione, una prova di salto a ostacoli ovvero un semplice percorso regolamentare di almeno 8 salti di altezza inferiore ai 100 cm e infine una prova orale in cui l'esaminando dovrà dimostrare di possedere conoscenze base per la cura dell'animale, conoscenze dei regolamenti della disciplina prescelta, conoscenze in merito all'anatomia dell'animale e brevi cenni di veterinaria.
 
Una volta conseguito il "brevetto", che gli consentirà di partecipare a gare dai 100 ai 110 cm (rispettivamente dette B100 e B110 e tutte le categorie equivalenti riservate ai puledri fino ai 4 anni), il cavaliere può scegliere di procedere nella sua preparazione agonistica e provare a raggiungere il traguardo successivo ovvero la successiva patente di 1° grado. Si tratta di una qualifica semi-professionistica che gli consentirà di affrontare percorsi più complessi e di un'altezza massima di 130 cm. Questo tipo di qualifica si raggiunge accumulando un punteggio attraverso i percorsi effettuati in B100-B110.
 
Ai cavalieri maggiorenni sarà necessario il conseguimento del punteggio richiesto, ai minorenni è di nuovo richiesto il superamento di un esame orale e l'obbligo di raggiungere detto punteggio in categorie specifiche in cui l'obiettivo non è la sola realizzazione di un percorso con penalità limitate (non più di 4 e ciò significa che non è consentito abbattere più di un salto) ma una giuria aposita esaminerà la correttezza di assetto e conduzione della gara. Qualora, infine, il cavaliere continui il suo percorso formativo, ci si affaccia alla successiva e più alta qualifica di monta. Si parla dunque di una categoria ulteriore, di agonismo ad alto livello e di vero e proprio professionismo. Autorizzazione a montare di 2° grado il cui conseguimento di nuovo si basa sulla raccolta di un punteggio accumulato con la realizzazione di percorsi con penalità pari a zero in categorie di 130 cm di spessore nazionale.

Roberta FERRETTI


Home Corsi Concorsi Pensione Annunci Link Album foto

Sito ottimizzato per Risoluz.Video 1024 x 768 pixel - Ultimo aggiornamento: mercoledì, 28 agosto 2013 00.24.11
E' vietata la riproduzione, anche parziale, di queste pagine senza l'autorizzazione dell'autore. All rights reserved. Reproduction in whole or in part without permission is prohibited.

WebMaster: - Copyright © www.collinarosa.it 2005-2009. Tutti i diritti sono riservati.